What are the names of the sails of the boats? Complete Guide

Convididi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email

Per chi ama navigare il mare con un’imbarcazione a vela è quanto mai importante conoscere i nomi delle vele delle barche.

Le barche a vela sono state le prime imbarcazioni usate per solcare i mari e andare in esplorazione e oggi, a distanza di secoli, sono ancora considerate come il mezzo più affascinante per navigare.

Sia che si voglia una piccola barca a vela, adatta anche a qualche regata divertente, sia che ci si possa permettere un super yacht a vela per navigare a velocità di crociera, il punto fermo resta sempre la vela.

La grande differenza tra barche a motore e barche a vela sta proprio nella propulsione che consente la navigazione. Le barche a vela, infatti, sfruttano principalmente l’energia eolica, utilizzata grazie al ruolo delle vele impiegate.

Generalmente i nomi delle vele delle barche sono classificati in base alla loro forma:

  • le vele quadre sono per le andature portanti ma non per andare contro vento. Possono essere anche a forma di trapezio isoscele e sono montate soprattutto su grandi imbarcazioni;
  • le vele auriche sono a forma di trapezio e si trovano a poppa delle barche;
  • le vele latine sono triangolari e prendono questo nome perché erano impiegate nei velieri romani;
  • i fiocchi sono triangolari e sono usati a prua;
  • le vele di straglio sono sempre triangolari ma vengono issate tra un albero e l’altro.

Oggigiorno le vele triangolari sono le più utilizzate e i nomi delle vele delle barche variano anche a seconda delle modalità di impiego. Scopriamoli tutti.

I nomi delle vele delle barche 

Le vele triangolari usate oggi per l’attività velica non sono da intendersi come un triangolo perfetto. 

Per sfruttare appieno la potenza eolica e raccogliere più vento, i costruttori usano il cosiddetto allunamento, un metodo che consente di avere una superficie più ampia della vela.

Fatta questa premessa, vediamo quali sono i nomi delle vele delle barche:

  • la Randa è la vela più comune e anche la più grande che viene issata sull’albero principale;
  • la Controranda si issa sopra la randa o sopra il trinchetto, ed è usata nelle barche a vela più tradizionali;
  • la Vela di mezzana viene issata su un secondo albero che prende il nome di albero di mezzana;
  • la Genoa viene chiamata anche trinchetto o vela di prua, proprio perché viene issata davanti all’albero;
  • lo Spinnaker è una vela molto grande realizzata impiegando un panno fino e con una grande chiusura, si impiega quando si naviga di impoppata;
  • il Gennaker si usa sulle barche da crociera in alternativa allo spinnaker grazie alla sua semplicità che lo rende adatto anche ad un equipaggio meno esperto.

Tra queste, la randa e il fiocco sono i tipi di vela fondamentali e più utilizzati, per questo motivo rappresentano anche i nomi delle vele delle barche più conosciuti anche dai non addetti ai lavori.

La soluzione ideale per personalizzare la tua barca a vela

Le barche non sono tutte uguali, ma sicuramente può accadere che passeggiando in porto si vedano tante barche tutte molto simili.

Oggi la richiesta è quella di avere un’imbarcazione personalizzata al 100% e che possa esprimere la personalità del suo proprietario.

Il primo tocco di originalità parte sicuramente dalle scritte per barche, ad alta efficienza energetica e di grande impatto visivo, che possono essere sfruttate sia per il nome dell’imbarcazione, sia se si vuole inserire sullo scafo delle citazioni. 

Se non vuoi conformarti, puoi anche sbizzarrirti con le luci della barca e realizzare degli esclusivi giochi subacquei, oltre che avere un’eccellente illuminazione interna.

Noi di BoatsName ci impegniamo ogni giorno per curare ogni aspetto della personalizzazione della tua barca, per questo siamo anche specializzati nella realizzazione dei tappetini per barche che potrai avere sia nel tradizionale legno teak, sia con il nuovo materiale Sinteak.

Convididi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email